Spazi Urbani Moby Dick

Pubblicato il 24 novembre 2016 | da F.F.

0

Moby Dick ospiterà scuola d’italiano per migranti

Sono partiti dal 21 novembre, negli spazi degli ex bagni pubblici di via Ferrati, le lezioni della scuola d'italiano per migranti Penny Wirton

A Moby Dick si pratica integrazione. Dallo scorso 21 novembre il nuovo centro culturale di via Edgardo Ferrati è diventato la nuova sede didattica della scuola di italiano per migranti Penny Wirton.

Fondata dallo scrittore Eraldo Affinati, la scuola Penny Wirton si basa sull’iniziativa e sulle risorse di gruppi di volontari e conta sedi sparse in tutta Italia, Lombardia e Friuli al nord, Calabria al sud e Toscana e Abruzzo per il centro Italia.

Presenti diverse sedi anche nel Lazio, con Roma e i territori del Municipio VIII e dintorni come casa base. La scuola infatti ha iniziato nel 2008 il suo cammino operando nei locali della parrocchia di San Saba all’Aventino. Dal novembre 2014 al maggio 2015 è stata invece ospitata dal Centro Sociale L.O.A. Acrobax, all’ex Cinodromo di Ponte Marconi, per poi trasferirsi da giugno 2015 al Liceo scientifico “Giovanni Keplero”, sempre nei pressi di Viale Marconi. Di pochi giorni fa il trasloco nel nuovo hub culturale Moby Dick alla Garbatella.

La scuola è destinata a migranti di ogni parte del mondo, di qualsiasi età e provenienza. Tra gli utenti vi sono adolescenti in attesa di essere destinati a qualche casa famiglia come “minorenni non accompagnati”, ma anche giovani che, superati i 18 anni, restano in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato o richiedente asilo. La scuola ha attivato anche convenzioni con Scuole Statali, sia secondarie che superiori, per fornire supporto ad allievi appena arrivati in Italia o anche nati e cresciuti con noi, ma in difficoltà e bisognosi di sostegno linguistico.

Il nome della scuola è ispirato dal titolo di un romanzo per ragazzi di Silvio D’Arzo, Penny Wirton e sua madre (Einaudi 1978). Il protagonista, bambino povero e disprezzato che non ha mai conosciuto suo padre, dopo una serie di prove conquista la propria dignità nonostante innumerevoli fatiche, grazie anche all’aiuto del supplente della scuola del villaggio. Affinati, grande conoscitore di Silvio D’Arzo, spiega la dedica con una tesi di laurea su tale autore.

La storia della Penny Wirton risale al 2004. Allora docente di lettere trasferito alla Città dei Ragazzi di Roma, nella sezione distaccata dell’Ipsia “Carlo Cattaneo”, Affinati si rese conto della necessità di aiutare in modo intensivo i tanti adolescenti stranieri che usavano tra loro un italiano embrionale, insufficiente a trasmettere anche solo in parte il mondo di esperienze ed emozioni di cui erano portatori. Alla ricerca di uno spazio didattico pomeridiano che servisse a soddisfare tali necessità, Affinati ha infine fondato la Scuola Penny Wirton nel 2008, insieme alla moglie Anna Luce Lenzi, trovando ospitalità presso la parrocchia di San Saba.

Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, ha pubblicamente espresso soddisfazione per l’avvio della scuola. L’Ente regionale è stato finanziatore dei lavori di riqualificazione di Moby Dick avviati lo scorso aprile, opera che ha trasformato l’edificio degli ex bagni pubblici, aperto al pubblico di recente, in una biblioteca inclusa nel circuito delle biblioteche universitarie e cittadine e in un polo culturale per studenti e cittadini.

Tags: , ,


Autore



Back to Top ↑