Ultime Notizie

Protesta pacifica della Rete Restiamo Umani davanti al Ministero dell’Interno

OGNI GIORNO 8 MORTI IN MARE, DRAMMATICA CONSEGUENZA DI POLITICHE GOVERNO SU MIGRAZIONE ROMA, 12.11.18 – Alla vigilia dell’inizio della conferenza sulla Libia che si terrà oggi e domani a Palermo,...
Read More

Agitazione Permanente – Mozione Respinta – Presidio NUDM

Giù le mani dai nostri corpi! Lunedi 22 ottobre anche il consiglio comunale di Roma discuterà e voterà la mozione contro l’aborto approvata a Verona poche settimane fa. Il testo, presentato...
Read More

12-13 Ottobre – 24 Anni di Occupazione – dal 1994 un posto speciale

1994-2018 | DI STRADA SE N’È FATTA E ANCORA CE N’È Essere un Centro Sociale nel 2018 vuol dire affrontare a viso aperto il vento dell’ odio che soffia in Europa e nel nostro Paese....
Read More

Per essere chiare

Per essere chiare, siamo stupite dall’ondata di solidarietà che stiamo ricevendo, più o meno quanto lo siamo per i provvedimenti che ci sono stati notificati. Per essere chiare, non ci...
Read More

Solidarietà al Csoa Lambretta

Anche quest’anno con l’estate è arrivata la stagione degli sgomberi. Il Ministero dell’Interno, sfruttando la desertificazione delle città in periodo estivo, ha deciso di proseguire la guerra agli...
Read More

Quando essere antifasciste rende “socialmente pericolose”

Nel caldo luglio romano sì è dipanato un piccolo mistero, che può avere significati più grandi per chi voglia leggerli. L’aria è resa ancora più pesante dalla propaganda razzista del Governo...
Read More

Prossimi Eventi

Progetti

La strada è, dal 1994, il centro sociale occupato e autogestito di Garbatella, cuore antifascista e democratico della città di Roma.

Occupato in occasione del ventisettesimo anniversario dell’assassinio del Che, nello stesso anno del lavantamiento zapatista e della rivolta di Milano, per due decenni è stato protagonista delle vicende di movimento locali e globali.

Lungo questo percorso, generazioni di militanti e attivisti politici si sono avvicendate passandosi il testimone in questa “Università della ribellione popolare”.

L'ASSEMBLEA DEL CENTRO SOCIALE SI RIUNISCE OGNI LUNEDÌ ALLE 20.00

Siamo aperti a proposte culturali, musicali, politiche o di altro genere e invitiamo chiunque ne abbia voglia a partecipare alla gestione dello spazio e delle sue attività o a inviarci una mail.

In Evidenza

Lascia la tua Email

Vuoi rimanere in contatto con noi? allora iscriviti alla nostra newsletter!

Dal Liceo Socrate Occupato, dai giovani che si oppongono alla società della chiusura.
Oggi come ieri, il Socrate resiste!

www.romatoday.it/cronaca/liceo-socrate-garbatella-occupato.html

"IL FUTURO CHE VOGLIAMO
QUI ED ORA!
Oggi noi studentesse e studenti rivendichiamo uno spazio, simbolicamente racchiuso in una scuola, ma molto più ampio, consapevoli che in questo momento storico abbiamo il dovere e il diritto di essere parte attiva dei cambiamenti radicali, sociali e culturali, che sono in atto nel nostro mondo.
L’occupazione è un momento essenziale per noi, è lo spazio dove la nostra opposizione diventa reale, senza fermarsi al NO incondizionato; l’occupazione è il luogo dove prende vita una realtà alternativa, è il Socrate Occupato il luogo in cui i nostri desideri, le nostre ambizioni, i nostri pensieri possono prendere forma, senza pregiudizi.
Prendersi cura della propria Scuola è un’esperienza fantastica, un atto di crescita personale enorme per le nostre coscienze.
Abbiamo riconsegnato il Socrate più bello di quanto fosse prima ed anche quest’anno sarà così: amiamo queste mura malandate, le custodiamo con affetto e gelosia perché la nostra Scuola è un posto speciale per noi.
Infine, in un periodo storico nel quale chiudersi in se stessi, arroccandosi nelle proprie convinzioni, è la tendenza più diffusa, risponderemo aprendo la nostra Scuola al territorio, faremo in modo che il Socrate diventi un’esplosiva supernova di idee, un vero e proprio centro d’irraggiamento culturale, e che possa ospitare grandi personalità del nostro paese.
Invitiamo tutte e tutti a rendersi partecipi della nostra mobilitazione e richiedere tramite i nostri recapiti il Documento di Mobilitazione integrale, approvato a maggioranza durante l’Assemblea d’Istituto Straordinaria del 13 Novembre 2018.
Le Studentesse e gli Studenti del Socrate Occupato"
... See MoreSee Less

1 day ago  ·  

View on Facebook

SGOMBERO DEL PRESIDIO DI BAOBAB

In corso da questa mattina lo sgombero del presidio di Baobab Experience: campo circondato da blindati, cancelli chiusi e 60 persone trasferite al centro d'identificazione di via Patini, altre 70 presenti a Piazzale Maslax.
Il comune presente solo con la Sala Operativa Sociale, e nessuna proposta alternativa alla strada.
Ennesima vergogna di questa amministrazione.
Complici e solidali con migranti ed attivisti, raggiungiamo il presidio!
... See MoreSee Less

2 days ago  ·  

View on Facebook

#Roma
Un totale di 6 anni e 8 mesi di condanna richiesti per aver contrastato la follia razzista di Militia Christi, che nel 2014 provò a minare un'iniziativa nel Municipio VII.
Sappiamo bene da che parte stare, conosciamo bene i fomentatori di odio e non smetteremo certo di contrastarli.
Complici e solidali con Marco, Nunzio e Marco.
Liberi tutte, liber@ subito!
www.osservatoriorepressione.info/condannato-3-anni-10-mesi-nunzio-derme/
... See MoreSee Less

2 days ago  ·  

View on Facebook

Nonostante quanto si ostinino a dichiarare importanti esponenti del governo come Salvini, la vera emergenza in corso non è il fantomatico allarme invasione ma il numero di persone che muore nel Mediterraneo nel tentativo di approdare in Europa, alla ricerca di un luogo sicuro.
Per questo, alla vigilia dell’inizio della conferenza sulla Libia che si terrà oggi e domani a Palermo, circa trenta attivisti della Rete Restiamo Umani hanno organizzato una protesta nonviolenta davanti al Viminale, per denunciare le politiche del governo Conte - e del ministro dell’Interno Salvini - in fatto di migrazioni e accoglienza.
Come spiega un’analisi condotta dall’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI), elaborando dati UNHCR, nel periodo che va dal giorno di insediamento del governo Conte (1° giugno) al 30 settembre, si è registrato un «nuovo forte aumento del numero di morti e dispersi, tornati ad aumentare fino a raggiungere le 8 persone al giorno».
... See MoreSee Less

2 days ago  ·  

View on Facebook

#Roma #Prenestina
SoS solidarietà popolare
... See MoreSee Less

4 days ago  ·  

View on Facebook